TORNA A DOSSIER
BACK


aquila

Sulle orme
di Nick e Bart
 
 
Dalla scoperta di una quasi generale misconoscenza tra gli studenti ( e non solo!) della presenza nel cimitero di Torremaggiore delle ceneri di Nicola-Ferdinando Sacco nonché della sua storia, è partito il quarto progetto per gli USA.
 Un’intuizione come tante, che ha fatto leva sull’ormai consolidato ma contrastato “Progetto Buffalo”, quello che negli anni passati ci ha portati per ben tre volte a Buffalo, negli USA, attuando due gemellaggi: con l’Huctch Tech High School nel 2002 (Vedi) e con la stessa città di Buffalo nel 2004 (Vedi).
Così, sulle orme di Nicola Sacco, siamo sbarcati a Boston dove un meraviglioso Bob D’Attilio ci ha immersi in tutto ciò che nella città era dei due protagonisti: dai documenti conservati nell’Archivio del Massachussets, a quelli conservati nella biblioteca dell’ Harward University, alla proiezione di documenti e foto storiche, alla visita dei  luoghi della memoria.
Nulla di eclatante (si fa per dire, visto il forte impatto emotivo sugli studenti!) se il successivo sbarco a Buffalo non ci avesse riservato la stupenda sorpresa di una giornata dedicata completamente a noi, con una rappresentazione sceneggiata degli aspetti più intensi della vicenda di Sacco e Vanzetti, alla presenza, nell’ampio teatro, di oltre 1.200 studenti dell’HutchTech e di alte personalità
Già, proprio così: ormai nella nostra Sister School conoscono la vicenda di Nick & Bart meglio di noi.
E non solo: nei numerosi incontri con la Federation of Italian-American Societies of Western New York, con gli italo americani adulti frequentanti corsi speciali di lingua italiana e con le altre Sister City di Buffalo, l’argomento è stato sempre all’ordine del giorno; il tutto contornato dall’inno nazionale da noi forse non perfettamente eseguito ma ascoltato sempre in piedi  con la tipica mano sul cuore; cosicché, in  quei momenti noi, piccolo popolo del Fiani, eravamo l’Italia, eravamo Foggia, eravamo Torremaggiore!
Ed a New York, oltre all’incontro ormai di rito con il nostro amato “concittadino” prof. Joseph Tusiani, ci aspettava  Maria Galetta, Executive Director della United Pugliesi Federation, che, pur se delusa della mancata presenza di Fernanda Sacco, ci ha guidati nei luoghi non “cartolinati”  ma storici e “umanizzati” della caotica Manhattan, mentre si discuteva su futuri e più proficui incontri con la locale comunità pugliese.
 Se L’amministrazione Provinciale di Foggia e le altre amministrazioni territoriali ci sosterranno ancora, il viaggio effettuato potrà essere l’inizio di un nuovo cammino, soprattutto ora che è sorta l’Associazione Torremaggiore_Buffalo il cui impegno principale è proprio quello di curare, favorire e incrementare i legami creati dal Liceo “Fiani”.
Gaetano D’Andrea
21 Aprile-3 Maggio 2005
BACK
TORNA A DOSSIER